Giorno 3.

E’ incredibile quanto sia semplice per me lasciar cadere il morale a terra; non devo! D. continua ad insistere nel dire che riusciremo a rispettare le tempistiche che ci siamo dati per l’ingresso nella nuova casa, e cioè fine anno prossimo ma…ci sono giorni in cui mi sembra che ci siamo avviati in un’impresa al di sopra delle nostre possibilità e che quando finalmente sarà terminata la costruzione della casa, saremo ultratrentenni e già stanchi di vederla.
Comunque, finalmente il commercialista di D. gli ha inviato i documenti che aspettavamo per poter iniziare a cercare (elemosinare? visti i tempi…) un mutuo per la casa; inoltre mio padre mi ha annunciato di aver visto degli operai in cantiere che montavano una copertura in vetro che aspettavamo da due mesi (allelujaaa!!!)!Ha anche detto di aver incontrato in cantiere l’impresario seccato del fatto che non avessimo voluto anticipargli i soldi per continuare i lavori (cooosa??!! ma che vada pure…)!
Io attendo la telefonata tra oggi e domani di Eduforma, che mi comunichi l’orario in cui sosterrò il colloquio/test per poter accedere al corso formativo di Quality Sistem Manager, che mi interessa parecchio e credo sia un ambito molto vasto e di grandi opportunità.
Mi sto sforzando di comunicare costantemente con D. di qualunque cosa, ma dobbiamo imparare a comunicare; non so perchè, non riesco a condurre una conversazione che sia una senza discutere con lui e credo che il tutto dipenda proprio dal fatto che, nonostante siamo insieme da quasi 7 anni, conosciamo poco della profonda natura dell’altro. Un po’ per il timore di spaventarci di quello che potrebbe essere l’altro, molto per il timore di quello che potremmo scoprire di essere noi. C’è sempre un freno inibitore che ci tiene, una paura della libertà che ci blocca; così, ci ammutoliamo, ci standardizziamo, ci abituiamo, ci conformiamo e ci plasmiamo sulla volontà dell’altro. Certo, in amore è indispensabile trovare continui compromessi, ma questi compromessi non devono trasformarsi in macigni che condizionano il nostro modo di essere.
Io sto bene con lui, ma sento che stiamo pericolosamente scivolando verso questa direzione sbagliata, che porterebbe solo infelicità e frustrazione e non voglio che si rovini un rapporto tanto bello! L’amore deve essere sempre, dal primo giorno al 50° anno di matrimonio: passione, desiderio, mancanza, convivenza delle reciproche anime, discussioni costruttive, cambiamento interiore verso la crescita, serenità. Questo io voglio e questo cercherò di costruire con tutte le mie forze con D. Anche nei giorni in cui scivolerò e non ci crederò, anche quando saremo sommersi dai problemi…e in questo senso, già oggi ci stiamo allenando bene!
Ho acquisito un nuovo incarico per dare ripetizioni a un terzo ragazzo, inoltre mia nonna mi ha incaricata delle pulizie di casa sua, il che mi impegnerà due mattine a settimana; anche queste sono notizie positive perchè mi aiutano a sentirmi utile e attiva, oltre a farmi guadagnare qualcosina.
Inoltre ho desitito alla tentazione di mangiare dei biscotti con il caffè oggi a pranzo e per questo mi sento orgogliosa di me stessa! 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...